Gli otto venti + Lettera al prete laico Nakaoki

Acquista "Gli otto venti" e avrai in omaggio "Lettera al prete laico Nakaoki"


2,00 €

Disponibile



2,00 €

Gratis

Disponibile


4,00 €

2,00 €

Descrizione

Acquista "Gli otto venti" e avrai in omaggio "Lettera al prete laico Nakaoki"

Il pacchetto contiene

Lezione di D. Ikeda sullo scritto di Nichiren Daishonin.


Questa lettera, indirizzata a Shijo Kingo, contiene una delle frasi più famose tratte dagli scritti di Nichiren Daishonin. Di fronte a una situazione particolarmente difficile, il maestro invita il discepolo a perseverare nella fede, non lasciandosi sviare dai cosiddetti Otto venti, ovvero prosperità, declino, onore, disonore, lode, biasimo, sofferenza e piacere. «In genere» afferma Daisaku Ikeda nella sua lezione, «le persone apprezzano i quattro ventifavorevoli e cercano di evitare i quattro venti avversi, ma anche quelli favorevoli non rappresentano altro che forme di felicità relativa e temporanea.
[…] Saggi sono coloro che non si fanno sviare dagli otto venti, che ricercano la felicità assoluta con uno spirito che non vacilla. Questo è il modello di un autentico praticante del Buddismo di Nichiren.» E a questo modello occorre richiamarsi ogni volta che la nostra fede viene messa alla prova, cercando di far emergere l’energia e la saggezza che caratterizzano la vita del Budda.

Autore: Daisaku Ikeda
Editore: Esperia Edizioni
Anno di pubblicazione: 2018
Pagine: 45

Lezione di D. Ikeda sullo scritto di Nichiren Daishonin.


Questa lettera è indirizzata a un seguace dell'isola di Sado, il cui padre, il prete laico Nakaoki, aveva sostenuto Nichiren durante il suo esilio sull'isola.
Il Daishonin, felice che anche il figlio avesse una forte fede, descrive se stesso come un "figlio del popolo" che ha dato inizio a una rivoluzione religiosa; ci ricorda l'importanza dei legami umani, attraverso i quali il bene fa emergere il bene, secondo il principio buddista della "fragranza interna che otterrà protezione esterna".
Daisaku Ikeda, nel suo commento, sottolinea l'esempio del Daishonin, che con il suo comportamento conduceva tette le persone a formare un legame con la Legge mistica, anche coloro che gli erano contrari. Inoltre ribadisce che Nam myoho renge kyo è il mezzo per manifestare il potere di trasfomazione delle relazioni umane, per costruire una rete di legami basati su un autentico rispetto per gli altri.

Autore: Daisaku Ikeda
Editore: Esperia Edizioni
Anno di pubblicazione: 2014
Pagine: 48